Le Ricette gustose e veloci (alcune) di

Trascinando o copiando l'immagine sul PC, ogni piatto ha la descrizione. Ma non la ricetta..

Risotto al Barbera del piemonte, toma e radicchio rosso (4-5 ps)

Dorare in 50 grammi di burro e un cucchiaio d'olio mezza cipolla tritata fine e 250 gr. di riso (Baldo o Carnaroli): annaffiare con 2 bicchieri di barbera piemontese e far sfumare. Aggiungere il radicchio tritato. Proseguire la cottura con brodo (anche vegetale o di dado può andar bene, anche se sarebbe meglio di carne mista). A 4 minuti dal termine aggiungere ancora 10 cl. di vino: ad un minuto dal termine della cottura, con il riso non ancora raddensato, spegnere il fuoco e mantecare con 200 gr. di toma a cubetti o altro formaggio a pasta media (se il riso é troppo denso, aggiungere brodo).  Sarà saporito e cremoso: non aggiungere sale; brodo e formaggio daranno il giusto equilibrio alla fine. Pepare a piacere.

Pasta di Gragnano con paté di cinghiale e lardo al tartufo (4-5 ps)

Mentre cuocete 400 gr. di pasta, stemperate a fuoco lento in padella un vasetto di patè di cinghiale toscano con 3 cucchiai di olio extravergine e un bicchiere pieno d'acqua. Lasciare abbastanza liquido. Prima di scolare (al dente), aggiungete due cucchiai di lardo al tartufo nella padella, versatevi la pasta  e saltare a fuoco vivo 1 minuto. Spolverare di grana o pecorino (poco).

Pasta del Gargano (cavatelli o trofie) al ragù espresso povero (2-3 persone)

Torni a casa: hai un pezzo di vitello o lonza o bovino. Metti l'acqua a bollire: nel frattempo triti 1/4 di cipolla e 1/2 spicchio d'aglio. Pulisci il pezzo di carne e triti a coltello i ritagli (rimettendo la carne nel frigor che sezionerai poi come vorrai con calma per scaloppe, spezzatino o arrosto) . Butti la pasta. Nella padella con 2 cucchiai d'olio E.V. scotti cipolla, aglio e ritagli di carne, li annaffi con vino bianco (se lo hai anche rosso). Una volta sfumato il vino sali e pepi, aggiungi rosmarino ed origano tritati secchi, due bicchieri d'acqua e due cucchiai di concentrato di pomodoro. Quando è pronta la pasta la scoli e versi in padella. Non necessita di formaggio. Veloce, saporita e anti-spreco.

Bocconcini teneri di vitello o lonza al Manzoni bianco (2-3 persone)

Taglia la carne in bocconcini poco più grandi di un dado da gioco. Salali ed infarinali leggermente. In padella due cucchiai d'olio, due noci di burro e mezzo spicchio d'aglio, scaldi e metti la carne. Dopo una veloce rosolata, aggiungi due bicchieri di vino Manzoni, un pizzico di sale e pepe, se piace del rosmarino e una scorza di limone. A fuoco vivo 3 minuti. Con il contorno che vuoi tu. Veloce e genuino.

Risotto alla birra tripla e curcuma

Con brodo di carne rigorosamente fatto in casa: soffriggete la cipolla tritata fine insieme al riso con poco burro. Annaffiate con birra tripla fermentazione (Du Lac Galbiate, speziata e resinosa, almeno 100 ml ogni porzione), un pizzico di sale e pepe e fare asciugare, quindi mettere il brodo caldo. Portare a cottura annaffiando solo con brodo quando serve. A 2 minuti dal termine, spegnere e mantecare con curcuma (q.b) e noce di burro.No formaggio o, se piace cremoso, un pasta molle delicato per non coprire il gusto ben luppolato e maltato della birra che si sposa con la poca curcuma.

Scaloppine con funghi e Chardonnay  o Medaglioni di vitello (2 persone)

Puoi usare, come sopra, vitello o una bella lonza Italiana, rimane tenerissima. Prepari prima la salsa: in padella 30 gr. di burro e un cucchiaio d'olio E.V., spicchio d'aglio ( o tritato se preferisci più agliato) e 150/200 gr. di funghi misti congelati ( o champignones freschi o gelo con un po' di porcini secchi pre-ammollati). Li cuoci finché evapora la loro acqua, poi li sali ed aggiungi 300 ml. di Chardonnay fermo e un bicchiere d'acqua. Sali ancora un pizzico e fai andare a fuoco lento con coperchio per 10 minuti. Nel frattempo tagli 4 scaloppe di carne sottili, le sali leggermente e le infarini. Togli il coperchio, senti la cottura dei funghi, aggiungi prezzemolo e adagi le scaloppe nella salsa con funghi: le giri subito dopo 30 secondi, sempre a fuoco basso. La farina delle scaloppe farà rapprendere la salsa, un vero e proprio invito alla scarpetta!! 3-4 minuti e sono pronte.Se la salsa é ancora liquida, togliere le scaloppe, impiattarle e "tirare la salsa" a fuoco vivo fino a farle raggiungere la giusta densità.

Orecchioni Pugliesi con broccoli (4 persone) o cime di rapa

Sbollentate 15 minuti un broccolo già tagliato (o fatelo al vapore ma richiede più tempo) con non molta acqua: tenete l'acqua di cottura, aggiungetene fredda fino a riempire la pentola  e buttate 350 gr. di orecchioni nel'acqua fredda/tiepida, salandola. Fate andare a fuoco vivo. Come per la pasta con le cime di rapa, in padella  fate andare mezzo bicchiere d'olio pugliese (Petruzzi che vendo io é meglio) con uno spicchio d'aglio tritato, 2 peperoncini, 6 o 8 acciughe tritate e pepe: saltate i broccoli senza salare, io aggiungo mezzo bicchiere di bianco, poi un bicchiere d'acqua e lascio abbastanza liquido. Appena la pasta é al dente (dopo circa 15 minuti) la saltate in padella, facendole assorbire l'intingolo. Pronta!!

NOTA: nella ricetta con le cime di rapa non riutilizzare l'acqua di cottura perché rende la pasta amara.

Pasta al salmone affumicato (penne, pennette o linguine) per 4

Prendete un salmone dell'Oglio, un pacchetto di Nazionali senza filtro e pulite il pesce: chiudetevi in una stanzina, accendete tutte le sigarette e uscite. Dopo qualche ora il salmone é affumicato.Oppure prendete un salmone già affumicato, forse è meglio.

In padella due noci di burro e mezzo spicchio d'aglio: versate 500 ml. di salsa di pomodoro,allungate con acqua e mettete un pizzico di sale. Dopo 10 minuti di cottura aggiungete 100 gr.di salmone affumicato tagliato a striscioline anche grossolane e 150 ml. di panna da cucina e un po' di pepe. Tenete liquido e dopo 10 minuti buttateci la pasta scolata e spolverate con poco prezzemolo tritato. Al posto del burro si può usare olio E.V. al basilico o olio E.V. con 3/4 foglie di basilico che toglierete.

Stracotto di manzo al dolcetto con cipollotti agrodolci caserecci

Prendi un pezzo di manzo intero (magatello, pesce, noce, anche polpa con poco nervo), non dopato o diventa la metà, legalo per non farlo sformare, salalo esternamente senza aromi e passalo nella farina . Doralo dolcemente con solo olio E.V.: butta l'olio del soffritto, aggiungi un filo d'olio e abbondante vino rosso dolcetto. Metti i cipollotti agrodolci (io ne trito alcuni perché poi si trasformano in crema), sala e pepa non troppo e cuoci a fuoco lento con coperchio per circa 2 ore, in base al diametro della carne, con aromi a piacere. Se la salsa stringe troppo, aggiungi tranquillamente acqua calda. Regoli il sale solo quando la salsa è densa.

Fallo raffreddare, taglialo a fette, fai restringere la salsa al punto giusto e servilo come vuoi, scaldandolo in pentola o in forno, a media  temperatura.

Straccetti di Gragnano con zucchine al vino bianco e patè di cinghiale (2 persone)

In padella 3 cucchiai d'olio E.V. toscano: saltate una zucchina tagliata a strisce o mezzaluna, togliendogli prima metà buccia. Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e salatele. Una volta cotte, aggiungete un bicchiere d'acqua e mezzo vasetto di patè di cinghiale: mescolate e buttate gli straccetti al dente. Saltateli e spolverate di grana o parmigiano.

Bocconcini di tacchino impanati con zucchine

Tagliate del petto di tacchino in dadi da meno di 2 cm, insaporiteli con sale e rosmarino o un misto di aromi: infarinateli, passateli nell'uovo e poi nel pangrattato (meglio se tostato). Soffriggeteli in olio (di semi di girasole se li volete più delicati o extra vergine): a parte tagliate le zucchine a mezzaluna, saltatele con olio, aglio e un po' di dado; se volete annaffiatele col bianco. Sporcate qualche piatto ma sono veloci e gustosi.

Gnocchi all'amatriciana o sedanini amatriciana e radicchio

Non scrivo la ricetta: ricordate però che la cipolla deve essere abbondante!!